Ottimo riscontro in occasione della Giornata del rene. Duranti: “La malattia inizia in modo subdolo. La prevenzione è fondamentale” 

AREZZO – Grande affluenza ieri alla Nefrologia del San Donato in occasione della Giornata del rene. L’iniziativa Porte aperte, con possibilità di farsi misurare gratuitamente la pressione arteriosa ed eseguire uno stick delle urine, ha trovato un ottimo riscontro nella popolazione aretina e in una sola mattina gli ambulatori hanno registrato l’accesso di oltre 70 persone. In alcuni cittadini, le indagini hanno fatto rilevare delle anomalie che i medici approfondiranno nei prossimi giorni.

"Queste iniziative hanno lo scopo di promuovere la prevenzione delle malattie che, soprattutto nel caso di quelle renali, hanno quasi sempre un inizio subdolo anche se, nella maggior parte dei casi, sono evidenziabili con semplici esami del sangue e delle urine” spiega Ennio Duranti, direttore della UOC Nefrologia e Dialisi dell'Ospedale di Arezzo.

Nel pomeriggio l’Arcivescovo Riccardo Fontana ha fatto visita ai pazienti del Centro Dialisi e del reparto di Nefrologia regalando a tutti  una corona/ rosario benedetta da Papa Francesco. Alla fine del giro l’Arcivescovo si è detto commosso e colpito dalla serenità dell'ambiente ed ha ringraziato Ennio Duranti per l’invito. Si è poi congratulato con tutto il personale medico ed infermieristico per il lavoro svolto e l'opera di aiuto umano che ogni giorno viene rivolto ai meno fortunati.