La vaccinazione è un atto di prevenzione: permette di combattere malattie infettive per le quali non esistono terapie specifiche o, se esistono, non sono totalmente efficaci e in grado di evitare pericolose complicazioni.
Gli esiti di queste malattie sono talora mortali o invalidanti e determinano quindi un rischio molto alto per la salute individuale e collettiva.

I vaccini sono sicuri, soggetti a verifiche e controlli permanenti. Le possibilità di reazioni avverse e di effetti collaterali sono remote, estremamente ridotte nel numero e per gravità. Per contro, la loro efficacia per prevenire ed eradicare malattie anche mortali risulta massima.Ed è questo il motivo per cui il Servizio Sanitario si impegna a raccomandarli a tutta la popolazione, nelle modalità e con le scadenze previste dal calendario vaccinale.

Come ogni intervento di prevenzione, la vaccinazione agisce su individui sani, perché non si ammalino. I suoi migliori effetti sono silenti perché abbattono, prima che si manifesti, un rischio altrimenti grave. Tutto ciò non deve indurre nell'errore di pensare che la vaccinazione sia inutile o, peggio, dannosa. E' un atto di responsabilità rispetto alla propria salute e a quella dei propri figli, che ciascuno può maturare a partire da informazioni corrette e trasparenti.

Sul sito della Regione Toscana sono disponibili tutte le informazioni sulle nuove disposizioni in materia di vaccinazioni obbligatorie introdotte con la legge 119/2017. Per saperne di più sulle vaccinazioni è anche possibile visitare i portali dell'Istituto Superiore di Sanità http://www.epicentro.iss.it/temi/vaccinazioni/  e della Società Italiana di Igiene  www.vaccinarsi.org .

Per informazioni dettagliate: 
ambito territoriale aretino
ambito territoriale grossetano
ambito territoriale senese