Assistenza sanitaria a cittadini stranieri


Cittadini stranieri che hanno diritto all’iscrizione al Servizio Sanitario Nazionale

- Cittadini degli Stati appartenenti all’Unione Europea, dei paesi SEE (Norvegia, Islanda, Liechtenstein) e Svizzera che sono in possesso di uno dei seguenti requisiti:
  • lavoratore stagionale nello stato italiano
  • lavoratore subordinato a tempo indeterminato e determinato
  • lavoratore autonomo
  • stato di disoccupazione involontaria, o iscrizione a corsi professionali di formazione, o inabilità al lavoro per infortunio o malattia
  • cittadino soggiornante in Italia da più di 5 anni, privo di assistenza da parte dell’istituzione estera competente con attestato di soggiorno permanente (rilasciato dal Comune di residenza) e che non abbia precedentemente versato il contributo volontario
  • familiare a carico, non titolare di assistenza sanitaria da parte dell’istituzione estera competente, di un lavoratore nello stato italiano
  • familiare a carico, non titolare di assistenza sanitaria da parte dell’istituzione estera competente, di un cittadino italiano
  • detenuti in carcere, semi libertà o assegnati a strutture di recupero
  • Titolari dei formulari E106/S1, E109/S1, E120/S1, E121/S1
Documenti necessari 
  • Documento valido di riconoscimento
  • Tessera sanitaria solo se già recapitata o Codice Fiscale
  • Domanda di iscrizione al SSR
  • documentazione attinente alla specifica situazione in cui si trova il cittadino comunitario (es. per i lavoratori subordinati la dichiarazione del datore di lavoro/contratto di lavoro; per i lavoratori autonomi la copia dell'iscrizione alla Camera di Commercio o ad Albo o Ordine, e al registro IVA o posizione INPS

- Cittadini extracomunitari con permesso di soggiorno rilasciato per:
  • Lavoro subordinato (anche stagionale o autonomo)
  • Asilo politico o rifugiato
  • Motivi familiari (ricongiungimento, compresi i genitori ultra 65enni con ingresso in Italia precedente al 5 novembre 2008)
  • Asilo Umanitario o protezione sussidiaria
  • Richiesta di protezione internazionale
  • Richiesta di Asilo (“Convenzione Dublino”)
  • Attesa adozione
  • Affidamento (compresi minori non accompagnati)
  • Richiesta cittadinanza
  • Possessori di carta di soggiorno e soggiornanti di lungo periodo (eccetto coloro che sono soggetti a iscrizione volontaria)
  • Familiari non comunitari di cittadino comunitario
  • Attesa di occupazione
  • Genitore non comunitario presente per assistenza minore
  • Attesa di regolarizzazione
  • Motivi di studio per i maggiorenni precedentemente iscritti a titolo obbligatorio
  • Motivi religiosi per coloro che svolgono attività sacerdotale remunerata
  • Status di apolide
  • Motivi di salute/umanitari (escluso ingresso per cure mediche)
  • Motivi di studio per studenti che svolgono attività lavorativa
  • Ricerca scientifica con contratto di lavoro in Italia (esclusi i titolari di contratti atipici)
L’iscrizione al Servizio Sanitario è estesa anche ai familiari a carico.
L'iscrizione è valida per tutta la durata del permesso di soggiorno; alla scadenza, occorre presentare allo sportello la documentazione che attesta la richiesta di rinnovo.

Altri casi in cui è possibile l'iscrizione, anche se non si possiede il permesso di soggiorno per i motivi sopraelencati:
  • quando si è assunti regolarmente con un contratto di lavoro subordinato e si è in possesso della ricevuta che attesta la presentazione della richiesta di permesso di soggiorno;
  • per cure mediche in stato di gravidanza per la gestante, il bambino e il marito fino a 6 mesi dal parto;
  • per coloro che in caso di scadenza del permesso di soggiorno e sopraggiunta malattia o infortunio non possono lasciare il territorio italiano per tutta la durata della malattia.
Documenti necessari
  • Documento valido di riconoscimento
  • Tessera sanitaria solo se già recapitata o Codice Fiscale
  • Domanda di iscrizione al SSR
  • copia del permesso di soggiorno o la ricevuta della richiesta di rinnovo

Iscrizione volontaria

- I cittadini extracomunitari con permesso di soggiorno che non hanno i requisiti per l’iscrizione al Servizio Sanitario Regionale, possono effettuare l’iscrizione volontaria se sono in possesso di un permesso di soggiorno superiore a 3 mesi per:
  • Motivi di studio (anche per un periodo inferiore)
  • Collocati alla pari (anche per un periodo inferiore)
  • Residenza elettiva
  • Personale religioso
  • Stranieri che partecipano a programmi di volontariato
  • Familiari ultra 65enni con domanda di ingresso in Italia dopo il 5 novembre 2008
  • Dipendenti stranieri di organizzazioni Internazionali operanti in Italia e personale diplomatico
  • Attività sportiva non contrattualizzata
L'iscrizione volontaria è a pagamento (il versamento deve essere fatto su C/C n.289504 intestato a: Regione Toscana. Causale: contributo S.S.N., con indicazione dell'anno in corso) e dà diritto alla scelta del medico di famiglia e del pediatra. Le visite del medico di famiglia e del pediatra sono gratuite.
L'iscrizione volontaria dura un anno solare (dal 1 gennaio al 31 dicembre) e può essere rinnovata presentando allo sportello la documentazione per la richiesta di rinnovo del permesso di soggiorno.
Tutti i cittadini stranieri che appartengono alle suddette categorie che non fanno l’iscrizione volontaria devono stipulare una polizza assicurativa sanitaria.

I documenti necessari sono diversi a seconda del tipo di permesso di soggiorno:

Studio

  • Permesso di soggiorno o richiesta di rinnovo
  • Tessera sanitaria solo se già recapitata o Codice Fiscale
  • Autocertificazione di iscrizione ad Università, Istituti scolastici ecc.;
  • Autocertificazione del reddito in Italia e all’estero;
  • Attestazione di versamento di € 149,77 (questa somma non copre i familiari a carico) se privi di reddito in Italia e all’estero (la borsa di studio o eventuali sussidi erogati da enti pubblici italiani non si conteggiano come reddito. Se lo studente ha redditi oltre alla borsa di studio, la somma da versare è quella prevista per "Permesso di soggiorno per altri casi”)
Persone alla pari
  • Permesso di soggiorno o richiesta di rinnovo
  • Tessera sanitaria solo se già recapitata o Codice Fiscale
  • Attestazione di versamento di € 219,49 (questa somma non copre i familiari a carico)
Altri casi (personale religioso, residenza elettiva, etc)
  • Permesso di soggiorno o richiesta di rinnovo
  • Tessera sanitaria solo se già recapitata o Codice Fiscale
  • Autocertificazione del reddito in Italia e all’estero;
  • Attestazione di versamento del contributo del: 7,5% del reddito fino a € 20.658,28; per redditi superiori si applica il 4% sulla parte eccedente fino al limite di 51.645,68 euro. L'importo non può comunque essere inferiore ad € 387,34

- Anche i cittadini comunitari residenti in Italia che non hanno i requisiti per l’iscrizione al Servizio Sanitario Regionale, possono effettuare l’iscrizione volontaria.
L'iscrizione volontaria è a pagamento (il versamento deve essere fatto su C/C n.289504 intestato a: Regione Toscana. Causale: contributo S.S.N., con indicazione dell'anno in corso) e dà diritto alla scelta del medico di famiglia e del pediatra. Le visite del medico di famiglia e del pediatra sono gratuite.
L'iscrizione volontaria dura un anno solare (dal 1 gennaio al 31 dicembre) e può essere rinnovata presentando allo sportello la documentazione per la richiesta di rinnovo del permesso di soggiorno.
Per i cittadini comunitari iscritti ad un corso di studi non è necessario il requisito della residenza

Documenti necessari
  • Documento valido di riconoscimento
  • Tessera sanitaria solo se già recapitata o Codice Fiscale
  • ricevuta di versamento quota SSR per studio 149,77; per persone alla pari 219,49; altri casi 387,34 (+ quota proporzionale al reddito)

Cittadini extracomunitari senza permesso di soggiorno (STP)

I cittadini extra UE, non in regola con i documenti per l'ingresso e il soggiorno in Italia (es. senza permesso di soggiorno o con permesso di soggiorno scaduto e non rinnovato) non possono iscriversi al Servizio Sanitario Regionale ma  possono richiedere presso gli sportelli amministrativi distrettuali della ASL l’attestato STP (Straniero Temporaneamente Presente) in occasione della prima erogazione delle prestazioni.
L'attestato con il codice STP è anonimo, gratuito, e ha una validità di sei mesi con possibilità di rinnovo. Quando si richiede l'attestato occorre firmare una dichiarazione d'indigenza.

Sono assicurate le prestazioni sanitarie urgenti o comunque essenziali, anche se continuative per malattia e infortunio e sono estesi loro i programmi di medicina preventiva a salvaguardia della salute individuale e collettiva. In particolare sono garantite:
Tutela gravidanza e maternità
  • Tutela della salute del minore
  • Vaccinazioni secondo la normativa
  • Interventi di profilassi internazionale
  • Profilassi, Diagnosi e Cura delle malattie infettive
  • Prestazioni di prevenzione, cura e riabilitazione degli stati di tossicodipendenza
  • Test gratuito HIV
Con l’attestato STP è possibile rivolgersi ad un medico per la prescrizione di visite specialistiche e farmaci, che sono soggetti a ticket (pagamento di una quota di partecipazione) come avviene per i cittadini italiani. Per le cure urgenti occorre rivolgersi al Pronto Soccorso di uno degli Ospedali della Azienda USL Toscana su est.

Documenti necessari
  • Acquisizione delle generalità
  • dichiarazione di indigenza

Cittadini comunitari indigenti, sprovvisti di tessera TEAM (ENI)

I cittadini comunitari indigenti privi dei requisiti per iscriversi al Servizio Sanitario Regionale e che non hanno assistenza nel paese di provenienza, possono richiedere l’attestato ENI (Europeo Non Iscritto) in occasione della prima erogazione delle prestazioni dopo aver autocertificato la propria condizione di indigenza.
L’attestato ENI dà diritto alle seguenti prestazioni:
  • Tutela gravidanza e maternità
  • Tutela della salute del minore
  • Vaccinazioni secondo la normativa
  • Interventi di profilassi internazionale
  • Profilassi, Diagnosi e Cura delle malattie infettive
  • Prestazioni di prevenzione, cura e riabilitazione degli stati di tossicodipendenza
  • Test gratuito HIV
Con l’attestato ENI è possibile rivolgersi ad un medico per la prescrizione di visite specialistiche e farmaci, che sono soggetti a ticket (pagamento di una quota di partecipazione) come avviene per i cittadini italiani. Per le cure urgenti occorre rivolgersi al Pronto Soccorso di uno degli Ospedali della Azienda USL Toscana su est. La validità e di 6 mesi, rinnovabile.

Documenti necessari
  • Documento valido di riconoscimento
  • dichiarazione di indigenza, di essere domiciliato nel territorio nazionale da più di tre mesi, di non essere iscritto all'anagrafe dei residenti, di non essere in condizione di iscrizione al SSR, di non aver sottoscritto alcun contratto di assicurazione sanitaria, di essere sprovvisto di attestazione di diritto rilasciata dallo stato di provenienza.

Per informazioni di dettagliate:
ambito territoriale aretino
ambito territoriale grossetano