È Grosseto la città scelta dall’AIOM - Associazione Italiana Oncologia Medica, per l’11esima tappa del Festival della Prevenzione e dell’Innovazione in Oncologia. Una scelta dettata dagli importanti risultati raggiunti dall’Oncologia grossetana. Tre giorni, dall’8 al 10 giugno, organizzati in collaborazione con la Asl Toscana sud est, l’ISPRO – Istituto I per lo Studio, la Prevenzione e la Rete Oncologica, il Comitato per la Vits onlus, istituzioni locali e regionali, con l’obiettivo di spiegare ai cittadini quali sono i mezzi utilizzati nella lotta al cancro: corretti stili di vita, screening e armi innovative.

Un motorhome di AIOM sarà allestito in piazza Esperanto come punto di riferimento per la popolazione, con gli oncologi dell’associazione a disposizione dei cittadini per tutte le informazioni. Saranno inoltre distribuiti depliant sulla prevenzione e le terapie più nuove.

La tre-giorni prenderà il via venerdì 8 alle ore 9,30 nella Sala Pegaso della Provincia, in piazza Dante. Qui sarà affrontato il tema "Prevenzione e diagnosi precoce". Dopo gli interventi delle autorità, saranno i professionisti di tutta la Toscana ad analizzare come gli stili di vita sani, attraverso l’alimentazione, e l’attività fisica, siano parte integrante e fondamentale della prevenzione. Alle ore 15, nell'area antistante il motorhome, si parlerà dell’importanza  dello screening e della diagnosi precoce su tumore della mammella, cervice e colon retto. La giornata terminerà alle 20 all’hotel Granduca con una cena di beneficenza in favore dell’Ispro. Allieteranno la serata Mauro Chechi e Giancarlo Capecchi. Per partecipare alla cena è necessario prenotare, chiamando il 334 2224088 oppure scrivendo a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..

Sabato 9 giugno alle 9,30 all’hotel Granduca, è in programma il convegno “Il tumore, un male curabile: innovazione e multidisciplinarietà in oncologia”.
Il Festival si conclude domenica 10 con la Passeggiata della salute “Sulle mura”, organizzata con il contributo del Gruppo Afa ed Educazione alla salute della Asl Toscana sud est e in collaborazione con il Comune di Grosseto, le associazioni di volontariato e i club services del territorio. Il ritrovo è alle 10 in piazza Dante.

“L’innovazione è uno dei cardini della ricerca, non solo contro i tumori – ha commentato Enrico Desideri, direttore generale Asl Toscana sud est – E’ un impegno che la nostra Azienda porta avanti ogni giorno con professionalità e attenzione, con l’importante sostegno dell’associazionismo che rende vivo e attivo il territorio grossetano. Ringrazio AIOM per averci scelto come tappa del suo tour in Italia”.

“In Toscana circa 200 mila cittadini vivono dopo la diagnosi di tumore, spesso con una buona qualità di vita grazie a terapie sempre più efficaci – ha spiegato Carmelo Bengala, direttore Oncologia medica Grosseto della Asl Toscana sud est – La prevenzione gioca sempre più un ruolo primario e siamo a ribadirlo ancora ospitando questo importante Festival con il quale contiamo di portare tra la popolazione un messaggio importante: gli stili di vita sani, quindi alimentazione equilibrata, attività fisica e stop a fumo ed alcool, consentono di arginare l’insorgenza dei tumori fino al 40%. Nella nostra provincia la mortalità per tumore è diminuita del 10,8 %, con un picco di riduzione del 16% nella popolazione maschile. Questi dati ci spronano a fare sempre meglio e le azioni di prevenzione rappresentano un tassello fondamentale nei percorsi di salute”.

La cittadinanza è invitata a partecipare a tutte le iniziative.