Sabato 10 e domenica 11 febbraio, i presidi ospedalieri della Asl Toscana Sud Est area senese aderiranno alla Giornata del malato, con iniziative e celebrando la Santa Messa per i degenti e tutti i presenti. La Giornata Mondiale del Malato è stata istituita da San Giovanni Paolo II nel 1992 e celebrata per la prima volta a Lourdes l'11 febbraio 1993, in memoria liturgica della Beata Vergine di Lourdes. La ricorrenza è un'occasione di attenzione speciale alla condizione degli ammalati e, più in generale, dei sofferenti. È un invito per chi si prodiga in loro favore, a partire dai familiari, dagli operatori sanitari e dai volontari, a rendere grazie per la vocazione di aiutare gli ammalati.

Zona Val d’Elsa – domenica 11, alle 16 presso la cappella dell’Ospedale di Campostaggia, sarà celebrata la Santa Messa e alle 17, al piano 1, in prossimità della zona accoglienza, un gruppo di dipendenti del presidio insieme ad alcuni dipendenti dell’AOU Senese allieteranno i presenti con musica e canti; a seguire sarà offerto un piccolo rinfresco.

Zona Valdichiana senese – domani, sabato 10 febbraio, presso l’auditorium Ospedali Riuniti della Valdichiana, si terrà una tavola rotonda dal titolo “Implicazioni bioetiche, psicologiche e giuridichedelle direttive anticipate di trattamento” su temi di grande rilevanza e attualità. Domenica alle 16, presso il corridoio del piano terra dell’ospedale di Nottola, il Vescovo di Montepulciano-Chiusi-Pienza, Monsignor Stefano Manetti, celebrerà la Santa Messa, seguita dalla processione con flambeux recitando il rosario.

Zona Amiata Val D’Orcia - domani, sabato 10, alle 15, il parroco di Abbadia San Salvatore farà visita ai malati presso il reparto di Media Intesità, al piano 2 del presidio ospedaliero, dove celebrerà la Santa Messa e distribuirà la comunione insieme alla benedizione.