La Asl Toscana sud est smentisce a oggi qualunque modifica o restrizione all’accesso alle prestazioni di medicina complementare erogate all’ospedale di Pitigliano ai residenti fuori dalla Regione Toscana. I non residenti infatti continuano a prenotare le prestazioni di medicina complementare, in particolare di omeopatia e agopuntura, come fatto finora, corrispondendo una quota determinata da una delibera aziendale. In questo contesto, rimasto quindi invariato, l’Azienda garantisce, come sempre, continuità di cura e legittimità di percorso a tutti gli utenti, in attesa di eventuali ulteriori indicazioni regionali.