GROSSETO - L’associazione Insieme in Rosa dona un elettrobisturi all’ospedale di Massa Marittima

Nuovo strumento per l’attività chirurgica dell’ospedale Sant’Andrea di Massa Marittima, grazie a una generosa donazione da parte della onlus Insieme in Rosa del comune di Castiglione della Pescaia.

Si è svolta stamattina la cerimonia di consegna di un elettrobisturi all’Unit di Endoscopia Chirurgica, diretta dal dottor Tommaso Balestracci, alla presenza della presidente di Insieme in Rosa, Donatella Guidi, del direttore dell’ospedale Sant’Andrea, Alessandra Barattelli, del sindaco di Massa Marittima, Marcello Giuntini, dell’assessore alle Politiche Sociali di Castiglione della Pescaia, Sandra Mucciarini, rappresentanti dell’associazione e personale sanitario.

“Grazie al gesto di altruismo dell’Associazione Insieme in Rosa – afferma Balestracci – da oggi l’Endoscopia Operativa ha a disposizione uno strumento dalle elevate potenzialità tecnologiche. Questo rappresenta un valore aggiunto che consentirà ai nostri medici, insieme alla loro competenza, di rendere l’intervento di endoscopia operativa ancora più accurato e personalizzato sul caso clinico specifico. Il regalo di Insieme in Rosa conferma il profondo senso di solidarietà e altruismo che muove tutti i suoi componenti ed è dedicato alla salute di tutti i cittadini”. Ideato per trovare applicazione in numerosi ambiti di intervento, l’elettrobisturi è caratterizzato da un’usabilità immediata, altamente performante grazie alle sue caratteristiche tecniche come l’ampio display sul quale impostare in modalità touch ogni parametro e indicazione. L’apparecchio è programmabile per diversi tipi di endoscopie ed è pensato soprattutto per l’esportazione di polipi intestinali tramite un software dedicato dal nome Gastrocut che permette tagli precisi, veloci ed indolore. “Le associazioni rappresentano un sostegno fondamentale per la sanità – aggiunge Balestracci - perché con il loro impegno costante nel tempo e la loro generosità permettono di dotarci di nuove strumentazioni avanzate e consentono la partecipazione attiva del cittadino/paziente al miglioramento delle prestazioni sanitarie di cui tutti possono beneficiare”.

“Grazie al contributo di tanti cittadini, ormai sensibili al volontariato e al sociale – spiega Guidi – abbiamo potuto raccogliere una somma importante da dedicare a iniziative come questa. Per l’elettrobisturi sono stati destinati circa 26mila euro. Siamo molto felici di fare questa donazione all’ospedale di Massa Marittima perché rappresenta un punto di riferimento importante per il territorio. Il nostro impegno continuerà con altri progetti perché c’è sempre bisogno di sensibilizzare e far capire l’importanza di offrire il proprio sostegno”.

“Il Sant’Andrea è una realtà estremamente importante – afferma Giuntini – e il fatto che l’associazione Insieme in Rosa che riunisce Castiglione della Pescaia e le sue frazioni abbia scelto un altro comune per investire il proprio impegno con una donazione, ci fa molto piacere. Queste giornate sono tappe intermedie di una collaborazione più ampia, che gratificano tutto il personale che lavora in ospedale”.