Soddisfazione generale per il progetto di alternanza scuola-lavoro promosso da Cittadinanzattiva Assemblea di Grosseto che ha visto protagonisti, per quattro settimane nel corso del 2018, gli studenti della 4° Liceo scientifico del Polo Aldi di Grosseto, che hanno avuto l’opportunità di conoscere la realtà sanitaria dell’ospedale Misericordia e i servizi sanitari e socio-sanitari sul territorio. I ragazzi hanno avuto incontri quotidiani con medici, infermieri Asl e operatori dei servizi sociali in un percorso informativo e formativo su alcune prestazioni assistenziali per i cittadini, dentro e fuori l’ospedale.

“Stare con i giovani è già una bella esperienza, – afferma Simona Dei, direttore sanitario Asl Toscana sud est - averli al proprio fianco come ‘aiutanti’ è un valore aggiunto anche per i nostri operatori. Siamo lieti di essere stati parte attiva dell’alternanza scuola-lavoro di questi ragazzi che si sono approcciati ai nostri ambienti con curiosità e rispetto per il lavoro svolto da tutto il personale. L’Asl contribuisce mettendo a disposizione di questi giovani le proprie risorse umane e la loro esperienza, professionalità, conoscenza scientifica, tecnologica e gestionale per favorire la partecipazione attiva degli studenti in attività inerenti i servizi sanitari, nei reparti dell’ospedale e nei presidi territoriali. Ci auguriamo che la collaborazione possa avere seguito e che si possa declinare anche in altri ambiti sanitari”.

Sono in programma e in via di svolgimento ulteriori progetti di collaborazione tra la Asl e Cittadinanzattiva che vedono ancora protagonisti giovani studenti alla scoperta delle realtà lavorative dell’ambito sanitario. L’iniziativa formativa nasce grazie alla stipula del protocollo d’intesa “Rafforzare il rapporto tra scuola e mondo del lavoro”, tra Miur – Ministero Istruzione, Università e Ricerca, Ufficio Scolastico regionale e Asl Toscana sud est. Il documento elenca gli impegni che le rispettive parti si prendono nella realizzazione del progetto che concretizza il suo fine ultimo nel promuovere la collaborazione e il confronto tra il sistema istruttivo e formativo e il sistema della salute pubblica, dando impulso allo sviluppo delle competenze degli studenti, sia in ambito educativo che professionale, in raccordo con le esigenze del mondo lavorativo, sempre più mutevoli.

“Gli studenti – commenta Maria Platter, responsabile regionale per la Promozione della Cittadinanza - sono stati soddisfatti dell’esperienza vissuta nel reparto di Pediatria, presso il Pronto Soccorso, l’Hospice e il Dipartimento di Salute Mentale, e degli incontri specificamente dedicati a loro da parte del personale infermieristico. Questa esperienza ha permesso loro di cogliere e apprezzare realmente l'aspetto umano degli operatori e capire che dietro ai servizi c’è una sanità fatta di persone che si impegnano ogni giorno per il benessere della comunità. Grazie alle belle sensazioni provate e alle informazioni acquisite, i ragazzi hanno chiesto di poter continuare l’esperienza, se possibile, con visite guidate e colloquio diretto con il personale anche nel prossimo autunno, fuori dell'orario scolastico. A nome di Cittadinanzattiva di Grosseto ringrazio l’Asl Toscana sud est per il generoso sostegno di molti medici e infermieri del Misericordia che si sono messi a disposizione e hanno aperto le porte della loro professione a giovani che hanno potuto imparare e vedere con i propri occhi cose che difficilmente avrebbero visto senza questa opportunità. Sono sicura, dopo questa esperienza, che la collaborazione tra Cittadinanzattiva e la Asl sia per i giovani un'esperienza assai utile alla costruzione del loro futuro anche quale esempio di buone pratiche”.