In vista dell’apertura della campagna antinfluenzale che partirà ufficialmente il 9 novembre, sono stati i membri della Conferenza aziendale dei Sindaci a fare da testimonial d’eccezione della vaccinazione.Oggi pomeriggio infatti, in occasione della Conferenza aziendale dei sindaci, tenutasi presso la sede Asl Toscana sud est in piazzale Rosselli a Siena, i primi cittadini insieme alla Direzione Aziendale ed ad alcuni direttori di Zona, come già accaduto lo scorso anno, si sono resi disponibili per dare dimostrazione in prima persona dell’importanza di questo gesto, vaccinandosi.

La distribuzione del vaccino antinfluenzale è già iniziata questa settimana nel territorio della Asl Toscana sud est con 169 mila dosi distribuite sulle tre province.

Il vaccino è il sistema migliore per difendersi dall’influenza perché non solo la previene ma è in grado di ridurre eventuali complicanze, ricoveri ospedalieri e decessi. La vaccinazione è offerta gratuitamente agli ultrasessantacinquenni e ai cittadini appartenenti alle cosiddette categorie a rischio tra cui bambini dopo i 6 mesi di età, adulti affetti da patologie croniche, bambini e adolescenti in trattamento a lungo termine con acido acetilsalicilico, bambini pretermine e di basso peso alla nascita, donne al secondo e terzo trimestre di gravidanza. Possono vaccinarsi gratuitamente anche gli operatori dei servizi pubblici di primario interesse collettivo (personale degli asili nido e scuole dell'obbligo, , volontari del 118, donatori di sangue, personale sanitario, delle case di riposo, della protezione civile e vigili del fuoco, addetti alle poste, forze armate e polizia municipale), i familiari di soggetti ad alto rischio e personale che, per motivi di lavoro, è a contatto con animali (suini e volatili).

La vaccinazione, come da prassi, sarà effettuata da medici di medicina generale e pediatri di famiglia presso i propri ambulatori, ma in caso di necessità è prevista anche la vaccinazione domiciliare. Sarà possibile vaccinarsi fino a tutto il mese di dicembre.

Con l’input della Regione Toscana, che raccomanda fortemente di vaccinarsi anche con il Piano di Prevenzione Vaccinale 2017/2019, le Aziende sanitarie in sinergia con medici di medicina generale e pediatri si impegnano ogni anno a promuovere l’importanza di un gesto semplice, veloce e indolore che rappresenta però una scelta di salute di grande valore per se stessi e di senso civico.