Nell’ambito della riorganizzazione aziendale, il professionista guida la Medicina nucleare di Arezzo e Grosseto

AREZZO - Alfonso Baldoncini è stato nominato direttore  dell’Unità Operativa semplice dipartimentale di Medicina nucleare di Arezzo e, ad interim, di Grosseto. La nomina è stata effettuata dal direttore generale della Asl Toscana sud est Enrico Desideri in un periodo caratterizzato dalla riorganizzazione aziendale nell’ambito della nuova Area vasta.

La Medicina nucleare è il reparto che si occupa di diagnostica e terapia di numerose malattie mediante l'impiego di sostanze radioattive. E’ qui, all’interno del plesso aretino, che si trova la Pet Tac donata dal Calcit 12 anni fa e che ha reso la medicina nucleare aretina punto di riferimento per tutta l’Area vasta. Questo strumento, utilizzato per il 90-95% in caso di malattie oncologiche e in minor parte per quelle neurologiche, serve per diagnosticare e verificare l’evoluzione delle malattie. L’esame consiste nell’iniettare un farmaco radioattivo che permette di evidenziare la malattia come in una mappa del corpo umano.